Regolamento per la navigazione

  • Verificare che la chiavetta d’emergenza sia inserita e che la marcia sia in folle, prima di accendere il motore.
  • All’interno del porto si procede a velocità minima.
  • L’avvicinamento alla costa è consentito fino ad una distanza di 200 mt. dalle spiagge e 100 mt. dalle restanti zone (scogliere e coste a picco).
    E’ severamente vietato portare il gommone sulle spiagge.
  • L’avvicinamento in spiaggia è consentito solo attraverso le corsie di atterraggio.
  • L’ormeggio all’interno di esse è vietato, l’uso delle corsie è consentito esclusivamente solo per lo sbarco e l’imbarco.
  • Prestate attenzione alla carta in dotazione e alla spiegazione durante il check, nei pressi delle secche segnalate riducete la velocità.
  • Buttate l’ancora sempre da prua e contro vento, assicuratevi di aver dato abbastanza cima per consentire una buona presa.
  • La precedenza deve essere concessa alle imbarcazioni provenienti da destra. Barche a vela, canoe, pedalò, hanno sempre la precedenza.
  • Controllate sempre il livello di carburante e calcolate il consumo orario.
  • Ricordatevi che nei gavoni ci può essere qualche residuo d’acqua che può danneggiare il materiale stivato.
  • Non sporgersi in modo inavveduto soprattutto se non si e’ esperti, verificare l’ottimo alloggiamento dei passeggeri e soprattutto dei bambini.
  • Rispettare il numero di posti previsti per legge dall’imbarcazione evitare i sovraccarichi.
  • Rispetto della natura – Il rispetto della natura non dovrebbe neppure comparire nell’elenco: il diportista va alla ricerca del bello e del mare pulito.
  • Educazione e buon senso – Non ancorare troppo vicino ad altre barche, non infastidire i vicini con motore acceso, schiamazzi, radio, ecc..
  • Qualsiasi dubbio, in situazioni di pericolo, non esitate! Buttate prima l’ancora, mettete in sicurezza il vostro equipaggio e chiamate il nostro numero o il 1530 della guardia costiera.
Documenti da tenere a bordo,di cui è necessario sempre controllare la validità:
  • Carta d’identità- o documenti equipollenti
  • Patente – Per navigare con un natante non occorre la patente, a meno che, come detto sopra, la potenza del motore installato non superi i 40.8 HP o 40 CV
  • Certificato d’uso del motore – È il documento consegnato dal venditore all’acquirente da cui risultano la potenza fiscale ai fini dell’assicurazione, quella effettiva e la cilindrata del motore installato.
  • Assicurazione – È obbligatoria con motori di potenza fiscale superiore a 3 CV. Il contrassegno, a norma, dovrebbe essere esposto sulla ruota del timone.
  • Certificato di omologazione e dichiarazione di conformità – È un documento molto importante, rilasciato in copia conforme autenticata dal cantiere costruttore del natante o dal rivenditore autorizzato, su cui sono indicati, tra gli altri, il numero delle persone che l’unità può trasportare e la potenza massima installabile.